Sei approdato qui: chi te l’ha fatta fare?

Chissà quale tempesta ti ha condotto fin qui… Magari sei rimasto deluso, perché non hai trovato quello che cercavi! Google e simili sono capricciosi, si sa! Però niente accade per caso e se ti vuoi fermare pochi minuti in questo angolo di mare, qualcosa di certo troverai, anche solo un granellino di sabbia che indica una rotta da seguire…

Pensieri che accompagnano lo scorrere del tempo, un tempo interiore che si nutre di sentimenti, riflessioni, stati d’animo, echi o citazioni dagli autori più frequentati e amati, foto da me scattate che ritraggono il mare, i tramonti e quello che più attrae la mia vista e stimola la mia sensibilità.  Nato in margine ad una storia finita sul nascere, la storia della principessa Pasticcio e del cavaliere titubante, esso acquista carattere via via più ampio, fino ad inglobare le sfumature più nascoste e intime dell’ animo umano.  

È uno spazio delicato e suggestivo, come le foto che corredano i versi, quasi tutte di ispirazione marina. E se ti sembrerà un po’ confusionario (e lo è!), sappi che esiste un centro unificatore attorno a cui ruota: il mare.

Come disse Verne: “Il mare è tutto… E’ l’immenso deserto in cui l’uomo non è mai solo, poiché sente fremere la vita accanto a sé. Il mare è il grande serbatoio della natura, è dal mare che il globo è, per così dire, incominciato, e chissà che non finisca in lui”.

Ho sempre amato il mare, la sua quiete silenziosa, il lento infrangersi delle onde sulla battigia, i flutti burrascosi che spumeggiano, l’ odore denso del sale, il rosso soffuso di un tramonto, il librarsi in aria di un gabbiano, la scia del sole sull’ acqua, il riverbero della luce… Ho trascorso pomeriggi interi ad osservare e fotografare “l’ultimo raggio del sole/ farsi cristallo marino/ d’abissi” (Il raggio verde, Lucio Piccolo), il fluttuare tempestoso delle acque o la loro calma cristallina, il sole che vi si tuffa e le sfumature di rosso che lo contornano.
In acqua è come se perdessi la mia corporeità, diventassi anch’io ‘liquida’, parte integrante della natura, goccia tra le gocce, onda tra le onde, pesce tra i pesci… Si impossessa di me una sorta di sentimento panico, di armonia con l’universo tutto, di coesione con il creato.

Hai letto fin qui e non ti sei annoiato? Allora sei pronto per tuffarti nel blog e nuotare senza meta. Ma prima, inserisci un tuo commento: ricordati che renderai lieta la saggia fata, alter ego di princi sbadata! 🙂

Qualcuno legge le mie rime
– si domanda perplessa la fata,
che vorrebbe fare alcune stime
e dare un nome alla lieta brigata?

Se sei del blog un visitatore
lascia, ti prego, una tua traccia,
più allegro di Pasticcio sarà il cuore
e un sorriso illuminerà la sua faccia.

Le avventure sono appena cominciate
e il seguito della vicenda apprenderai
se frequentando queste pagine disincantate
della tua presenza un segno lascerai.

Attendo di vedervi numerosi,
a Pasticcio l’affetto va mostrato,
e i vostri siano commenti calorosi!
– ve lo chiede la fata dal suo regno incantato.

53 Responses to Sei approdato qui: chi te l’ha fatta fare?

  1. Jody ha detto:

    La fine dell’estate incombeva, e la tempesta che da Tempo non mi dava tregua, continuava egregiamente il suo compito.
    l’ultimo porto veramente sicuro lo avevo lasciato da anni ormai.
    e non potevo più farvi ritorno. ma anche potendo, avrei davvero voluto farlo?
    ero alla ricerca di un nuovo porto, una baia, o anche solo una spiaggia deserta di un’isola dimenticata o mai stata ricordata.
    lottavo. cercavo. e tra le sue verdi soluzioni mi soffermai su Questa.
    perchè ebbi l’impressione… ..sì, questa era Diversa.
    approdai dunque, in una notte di un tempo più o meno lontano;
    cercando ‘citazioni dagli autori più frequentati e amati’
    con le quali confrontarmi, nelle quali immaginarmi e tuffarmi;
    per sognare. immaginare. sperare.
    con le quali nutrirmi per poter affrontare la tempesta.
    trovai invece, con mia grande sorpresa, molto, molto più di quanto cercassi o osassi sperare.

  2. Giuseppe ha detto:

    <>
    Se qualcuno te lo scrive: diffida!

    Per mera curiosità: “Google e simili sono capricciosi, si sa! Magari sei rimasto fortunato, perché hai trovato proprio quello che cercavi!”

    Cercavo di colmare la mia ignoranza scoprendo “autore, titolo ed album” di un verso sentito alla radio, verso in musica s’intende:

    “Duminica jurnata di sciroccu”

    Ora so.

    Incontrare il pasticcio di una principessa no, non era nei programmi, ma mi ha rallegrato e fatto sorridere in mezzo a tant’altre tempeste.

    Ergo: grazie.
    Disinteressatamente. Scrivere ancora, ogni tanto, è già premio per me.

  3. Giuseppe ha detto:

    PS

    la frase iniziale tra virgolette (censurata dal programma per sue ragioni) era: Mi aspetto di trovare te…
    Preciso sennò tutto pare il contrario di tutto.
    Ciao

  4. principasticcio ha detto:

    Ciao Giuseppe,
    credo fosse chiaro il senso del mio post. Guardando ogni tanto i termini usati per arrivare al mio blog, mi rendo conto dei ‘capricci’ dei motori di ricerca. Però è capitato più volte che questi visitatori ‘casuali’ abbiano iniziato a leggere qua e là, e siano rimasti dei fedeli lettori dei post.
    La tua ricerca invece è giunta subito a buon fine, e sono ben lieta che tu grazie al mio blog sia risalito agli autori e al testo di ‘Strade parallele’, magnifica canzone!

    PS. Di certo la frase iniziale non è stata censurata dal programma. Ci sarà stato un pasticcio… qui i pasticci sono di casa! 😉

  5. momo ha detto:

    Beh, mi pare il momento di fare un po’ di chiarezza! 😉

    Spero proprio che nessuno si aspetti di trovare la Principessa,
    anche perché, in mezzo a tanti pasticci,
    ha nel frattempo trovato il suo “bel” (autoironico) principe.

    ERGO: scordatevela!!!!! 😛

  6. principasticcio ha detto:

    Se il blog dovesse subire un brusco calo di visite, so con chi devo prendermela! 😛

  7. giosafat ha detto:

    purtroppo non posso dire di essere altrettanto bravo a mettere parole in rima… però mi piace molto leggere e… volare!

  8. principasticcio ha detto:

    A parlare in rima
    è stata per mesi la fatina
    alter ego di principasticcio
    che, per non chiudersi a riccio,
    a lei sempre si rivolgeva
    e i suoi consigli in pratica metteva.
    Se i primi post legger vorrai,
    perle di saggezza in rima troverai.
    Il compito della fata ormai è terminato:
    princi, dopo aver a lungo ragionato,
    ha preso la saggia decisione;
    la fata, sparita, si è dissolta nella confusione.
    Ma mi ha promesso che prima o poi ritornerà
    e con le sue avventure grandi e piccini incanterà!

  9. Lorenzo ha detto:

    Approdato per caso, non mi aspettavo niente 😀

  10. principasticcio ha detto:

    E quando non ci si aspetta niente, si trova sempre qualcosa! 😉

  11. marinella ha detto:

    Sono capitata per caso e… sono rimasta incantata.
    Volevo lasciarti un segno del mio passaggio:
    “Il mare non ha paesi, è di tutti quelli che lo sanno ascoltare” – G. Verga
    Tornerò spesso a trovarti e chissà…

  12. principasticcio ha detto:

    Grazie, Marinella, grazie di cuore. Le tue parole mi hanno resa felice!
    Spero di leggerti presto 😉
    Buon anno! 🙂

  13. kika23 ha detto:

    Capitata anche io qui per caso mentre vagavo da un blog all’altro senza meta.
    Ci sono cose che colpiscono senza motivo. Questo blog è una di quelle. Forse è colpa del mare 🙂

  14. principasticcio ha detto:

    Eh già… è colpa sua! Io declino ogni responsabilità! 😉
    A parte gli scherzi, grazie mille. E a presto.
    princi

  15. ketty ha detto:

    Ciao principessa e ciao a tutti quelli che leggono, credo siano tantissimi, mi colpisce la tua delicatezza, non so perchè ho la sensazione di conoscerti da tempo, magari sarà anche vero, magari è solo un’illusione data dalla stessa cittadinanza… marina, mi piace pensare che, chi ama il mare in ogni sua forma e nell’essenza, abbia quasi un’unica cittadinanza e guardi la vita allo stesso modo… io, purtroppo sono costretta alla lontananza dalla mia Messina, ma mi sembra di vedere il mio mare attraverso i tuoi occhi, grazie!!!

  16. principasticcio ha detto:

    Carissima Ketty,
    le tue parole sono un raggio di sole che illuminano questa giornata grigia. Mi fa piacere che nel mio blog tu riesca a trovare la ‘tua’ Sicilia.
    Io finora sono riuscita a restare, assistendo a molte partenze, ma è molto probabile che una diversa strada lavorativa mi porterà via. E sicuramente il mare mi mancherà.
    Quando sono stata fuori, sempre per brevi periodi, mi guardavo intorno sperduta e spaesata, lo cercavo con gli occhi, lo cercavo soprattutto con il cuore. Rappresenta per me un punto di riferimento costante, segna il mio orizzonte, è una presenza tangibile e rassicurante, un ‘porto’ che mi accoglie e mi protegge dalle ‘tempeste’ della vita.
    Sono io che ti ringrazio per le tue parole generose e per aver voluto condividere con noi la tua esperienza: sei la benvenuta in questo ‘angolo di mare’! Spero di rileggerti presto.
    Un caro abbraccio,
    princi

  17. Fruicintinc ha detto:

    Hello!
    Nice site 😉
    Bye

  18. principasticcio ha detto:

    @Fruicintinc: Thanks a lot!
    I hope to see you soon. Where are you from?
    Bye bye

  19. Markov ha detto:

    E’ da un po’ di tempo che seguo il tuo blog, ma non ho ancora espresso una mia impressione generale.
    Ogni qual volta vengo qui provo una sensazione di serenità, respiro quasi il profumo della salsedine ed è come se vedessi i gabbiani volare all’orizzonte.
    Mi piace il tuo modo di porti, mi piacciono le fotografie che scatti e le sensazioni che evochi.
    Grazie per queste emozioni che mi regali!
    Markov

    PS: ho visto che sei diventata internazionale! 😉

  20. principasticcio ha detto:

    Semplicemente GRAZIE!

  21. pxarcobaleno ha detto:

    Ho letto un tuo commento da Newyorker pochi minuti fa. In realtà, in più di un’occasione, ho letto tuoi commenti qui e là. Stasera mi sono deciso a bussare alla tua porta ma era aperta e sono entrato. Ho letto la tua presentazione, il racconto del messaggio nella bottiglia (bellissimo!) e questo articolo che sto commentando. Tutto molto bello fino ad ora. Penso che non avrò delusioni in futuro. Me lo dice l’istinto. Una donna plasmata dal mare non può che cullare con i suoi pensieri al ritmo constante delle onde. La storia del messaggio nella bottiglia mi è piaciuta davvero tanto e vorrei che andassi a leggere un mio racconto postato di recente: “Uno sguardo in galleria”. L’inizio è tratto realmente dalla mia infanzia (sogni di un bambino); la fine è il sogno che faccio da grande ad occhi aperti. “About me” e “Intervista” (che è un’auto-intervista)…per scoprire chi è PxArcobaleno. Bel blog davvero…per quanto ho visto fino ad ora. Complimenti! Scrivi davvero bene argomenti interessanti.
    A presto.
    Diego – PxArcobaleno.

  22. principasticcio ha detto:

    Caro Diego,
    la porta del ‘mio mare’ è sempre aperta. Anche quando io non ci sono, ci si può accomodare sulla spiaggia e leggere qua e là.
    Ti ringrazio per le belle parole che riservi a questo blog. Fa sempre piacere ricevere un apprezzamento e ti ringrazio soprattutto per la tua fiducia incondizionata.
    “Una donna plasmata dal mare non può che cullare con i suoi pensieri al ritmo constante delle onde”: che frase poetica!
    Comunque, se ti dovessi deludere, tu dimmelo! Apprezzo le critiche costruttive. 😉
    Appena possibile verrò a visitarti. E’ sempre arricchente entrare in un nuovo ‘mondo’.
    Ancora grazie e a presto.
    princi

  23. demi4jesus ha detto:

    Non ricordo come approdai al tuo blog la prima volta… di sicuro per caso, forse incantata dal tuo nick (mi ritengo alquanto pasticciona anch’io e forse mi faceva piacere visitare “la casa” di una mia simile 😛 ) comunque da quando ho messo piede qui non ho mai perso di vista questo posticino incantato.. è troppo bello venire a visitarti princi cara! 🙂 un forte abbraccissimo… Noemi

  24. principasticcio ha detto:

    Carissima Noemi, e ci credo che non lo ricordi perché fui io ad approdare per prima sulla tua “isola che c’è” (e il tramite fu Lorenzo, sul cui blog leggevo e apprezzavo sempre i tuoi commenti) e che ci regala poesia, emozioni, immagini delicate, sensibilità e schiettezza. Ricambio l’abbraccio, con tutto il cuore.

  25. vale ha detto:

    Sono approdata qui attraverso il TAG “rappresentazioni classiche”!
    Ben trovata!

  26. *maki ha detto:

    il mio mondo e il tuo sono molto diversi..io al mare son legata da forti emozioni e ricordi, ma la mia vita é tra le montagne. peró le volte che son capitata qui piú o meno per caso questo blog mi ha fatta entrare in un mondo quasi a parte, un mondo magico 🙂
    quindi a presto princi!

  27. principasticcio ha detto:

    @Vale: e io come faccio ad approdare nel tuo mondo? Non mi hai lasciato il link 😦

    @Maki: grazie! Mi commuove quello che mi dici. A presto, carissima

  28. Aurora ha detto:

    Princi!!!
    Non ci crederai ma anche io cercando su google le immagini della Nostra mitica terra natale sono approdata nel tuo blog! La foto la sentivo più vicina a me rispetto alle altre e la curiosità mi ha spinto ad aprire la pagina e chi ti trovo?
    Un bacione TVTB

  29. principasticcio ha detto:

    @Aurora: non ci posso credere! In pratica non mi vieni mai a visitare volontariamente 😦 e poi per sbaglio ti imbatti nel mio bloggino!
    La legge del contrappasso 😛
    Un bacione grandissimo e sappi che non vedo l’ora di riabbracciarti!

  30. livyxb ha detto:

    Carissima Princi, ho scoperto il tuo blog partendo da quello di Igor… e sai che ti dico? “Navigar m’è dolce in questo mare”! Condividiamo la stessa passione per quello specchio d’azzurro che ci ha cullate da piccole, e che riflette tutto il cielo delle nostre emozioni!! A presto, Liviana

  31. principasticcio ha detto:

    Ciao Liviana, grazie per il tuo commento poetico! 🙂
    Ma tu hai un blog? Se sì, lasciami il suo indirizzo e verrò a trovarti.
    A presto

  32. tesmabetri ha detto:

    Come dici tu, Princi, googlando annoiati, si possono avere delle piacevoli sorprese, come è successo a me, approdando qua, in casa tua!

  33. livyxb ha detto:

    Ti aspetto allora! http://livyxb.wordpress.com… ciao, L.

  34. principasticcio ha detto:

    @tesmabetri: grazie! 🙂

    @Livi: arrivo!

  35. daemonia ha detto:

    ke bel blog colorato ke hai! davvero! se vuoi passa da me: http://daemonia.wordpress.com un salutone! 🙂

  36. Charley ha detto:

    “Oggi il mare mi ha offerto uno spettacolo inedito. Sono arrivato in spiaggia mentre i suoi flutti accennavano a leggere scaramucce di spruzzi d’acqua e sale, il cielo maculato di grigio non aveva attirato l’ormai scarno popolo della spiaggia per lo più costituito da solitari o da coppiette.
    Il sole faceva capolino tra un groviglio di nuvole e un altro e le loro ombre tingevano qua e là di scuro anche la sabbia. Non esitavo a tuffarmi nel blu plumbeo di quei flutti, anche perché il tepore dell’acqua si apprezza adesso molto più che in pieno agosto.
    Come un sacro rituale ripetevo ormai le mie solite piroette acquatiche, le mie ricerche sottomarine alla volta di sognate sirene, risalendo in superficie con gli occhi bene aperti per vedere l’onda ricadere su se stessa senza mai esserne colpito. Passava la prima, una breve finestra d’aria, e di nuovo giù volteggiando come un aereo da fluido, avvitando stretto su di un fianco e virando a destra, scendendo giù dopo un’altra virata a sinistra. Mi trovai sul fondo in pochi secondi senza fiato, piantando i piedi e caricando i tendini come una molla mi lanciavo verso l’alto, bucando l’onda che copriva il mio capo.
    Era scuro quell’enorme cristallo di ghiaccio tiepido, scuro ma limpido, incredibilmente immune dal movimento superficiale indotto dal vento. Uscivo ed entravo come a suggellare più volte un contatto divino con l’acqua e il sale, annusavo il colorato pietrisco minerale su cui s’infrangevano gli spruzzi. Più trascorrevano i minuti più rabbia mostrava Poseidon, in pochi attimi sfoderava i suoi muscoli esibendo la sua forza e scaraventandosi sulla battigia ne modificava istantaneamente i suoi contorni. Davvero pochi quei minuti in cui tutto si appiattiva, la gente fuggiva acchiappando in fretta e furia ogni gingillo inutile ed ogni attrezzo da spiaggia per sottrarlo alla furia del mare. Attimi in cui le ondate si susseguivano a ripetizione, una dopo l’altra, come treni paralleli che di fianco si schiantano sulla riva, e tutto si tingeva di bianco vapore salmastro che il vento spargeva ovunque. Tutto sembrava una frenetica fuga, gente, gente, onde e schiuma e sale. Completava il quadro un tiepido sole giunto ad illuminare l’adirato oceano ed il suo plumbeo blu, in un istante, scivolava in un torbido e profumato azzurro .”
    C.F.

  37. principasticcio ha detto:

    @Daemonia: ti ringrazio per le tue parole e mi scuso se ancora non sono passata, ma una serie di impedimenti, al momento, ostacolano la mia presenza nella blogosfera. Verrò comunque a conoscerti. E spero presto.

    @Charley: che bello leggerti… immagino che si tratti di un tuo scritto ‘ispirato’ dal nostro amico mare. Sbaglio? 😉
    Ed è bello riuscire a trovare fili e comunanze (di interessi, passioni, piaceri) che annodano le persone, al di là della freddezza che può trapelare da questa forma di comunicazione.
    Sei il benvenuto in questo ‘angolo di mare’… Io sono assente per cause di forza maggiore, ma tu accomodati sulla riva e volgi lo sguardo all’orizzonte.
    Io tornerò…

  38. Charley ha detto:

    Allora ci sei! sai..capisco poco di blog…solo grazie a te ho cominciato ad affacciarmi qui. E grazie al nostro Pippo… Si,lo scritto me lo ha ispirato proprio il mare, acqua salata che scorre nelle mie vene. Sento ed ho letto,ma forse mi sono sbagliato, un alone di tristezza nelle tue parole…se è così ti auguro che tutto si risolva, spero però di essermi sbagliato.
    Grazie per il benvenuto, è un piacere lasciarsi bagnare dalle onde.
    Cha

  39. daemonia ha detto:

    nn ti preoccupare, passa quando vuoi! 😉

  40. Maeghan Diamond ha detto:

    Sono approdata qua perchè sono finita cercando “Fornarina” sul blog di Serena, che mi è piaciuto e ho letto… poi ho guardato i link e ne ho scelto uno, a caso: il tuo blog. Che, per la cronaca, è davvero molto bello!

  41. principasticcio ha detto:

    @Maeghan Diamond: grazie, sei molto gentile!

  42. principasticcio ha detto:

    Sono approdata qui consapevolmente, a distanza di tempo. E’ un luogo delicato e gentile, e mi sono subito ritrovata. Un caro saluto a tutti gli amici.
    Princi

  43. kikko ha detto:

    Davvero piacevole scorrere le pagine di questo blog…
    un oasi x tutti i romantici sognatori e malinconici di internet..
    a presto.

  44. buy ha detto:

    Complimenti princi! Saluti

  45. cico mendez ha detto:

    mi presento sono un artista amante della vita, e del mare che con le sue onde ed il suo animo burrascoso, e calmo mi ispira a beneficiare del senzo della vita. Ringraziando chi mi ha messo al mondo per goderla. saluti Cico Mendez

  46. principasticcio ha detto:

    Sempre gioire per il dono della vita. Anche quando i colori non brillano così come vorresti e avevi sperato. E i giorni si rincorrono. E la stanchezza cresce. Saluti Cico! 🙂

  47. Mat ha detto:

    Ciao, sono approdato come in un mare incantato, sviato dalla bella del caffè “macchiato”.
    Su, non vorrei tentar d’imitare, chi realmente mi ha fatto pensare.
    Chi sarà mai questa personcina?
    Così a modo così carina (no, carina è scontato allora mettoooo…mettoooo…piccina, si piccina, perchè secondo me sei anche piccola di statura oltre ad essere simpatica, quando scrivi…..ma sicuramente anche carina ehh )
    …dove ero rimasto ? ah si piccina,
    Mi piacerebbe conoscere la storia, di una ragazza che ama la memoria.

  48. Silia ha detto:

    Ciao Princi,
    sono approdata nel tuo blog spinta dalla sete di sapere qualcosa di più sul “libro della vita” e mi sono appassionata nel leggere che anche tu la pensi come me…qualunque cosa accada durante il nostro percorso non accade mai per caso ed è per questo che è degna della nostra attenzione…in un momento in cui anche iomi sento un pò naufraga e la mia bussola sembra essere rimasta senza ago calamitato…ma…chissà, basta aspettare e tutto ciò che deve o non deve accadere, accadrà o non accadrà…

  49. principasticcio ha detto:

    @Silia: semplicemente grazie. Mi trovo qui ‘casualmente’ anche io e leggo questo tuo commento. Mi ricordi che niente accade per caso – avevo proprio bisogno di sentirmelo dire in questo momento…

  50. GraphicEmotions ha detto:

    Sono approdata per caso

    adoro il mare.. 🙂

    Complimenti per come scrivi

    è veramente molto bello qst tuo spazio

    A presto..

    Notte

  51. roc merenda ha detto:

    ciao,
    sono giunto qui perchè é Natale. E ho cercato su Google “il senso del Natale”…perchè è il compleanno di Gesù, ma mi sembra che alla sua festa abbiamo invitato tutti tranne Lui. E forse é per questo che molti come me sono presi da una strana malinconia proprio durante il Natale,come se mi venisse a mancare una parte dell’ anima.perchè in casa ho tanto spazio ma non ho un posto per il presepe, perchè nel cuore sento un gran vuoto ma per Gesù non trovo posto.

  52. Jaulleixe ha detto:

    L’immaginazione di Verne unisce il Naturale e il Fantastico con tale bravura da non farti percepire lo stacco tra Sogno e Realtà. Se l’hai citato tra i tuoi ispiratori, anche questo, come dici tu, non sarà un caso… lieti quindi che il caso ci abbia fatti incontrare, qui o a ventimila leghe sotto il mare…. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: